sabato 28 gennaio 2012

Recensione: “Sogni tra i fiori” di Mariagrazia Buonauro.

 

image

stella0 stella0 stella0 stella6mezza

Titolo: Sogni tra i fiori
Autore: Mariagrazia Buonauro
Edito da: CSA Editrice
Prezzo: 13,00 €
Genere: Romanzo
Pagine: 128

Trama

Laura, una donna dolce e riflessiva, dopo aver cavalcato la tempesta per la fine di un amore e la vendita della casa, recupera la gioia di vivere. Quando la sua vita prende un nuovo corso, canta la sua storia che narra d'amore, magia, sogni e speranze.

La mia recensione

“Sogni tra i fiori” è il romanzo di Mariagrazia Buonauro e lo consiglio a tutti coloro che vogliono leggere una storia dolce, romantica e vera, una storia reale che parla di sentimenti, di sogni e di speranze, un racconto che tocca l’anima.

Ho riletto questo libro per ben due volte e direi che non è proprio mia abitudine, ma ho voluto assaporare ogni parola di questo testo, facendo tesoro di molti vocaboli che nel nostro linguaggio quotidiano sono ormai svaniti. L’autrice riesce ad usare un caleidoscopio di parole che ti catturano e ti portano a fantasticare su luoghi che fino a quel momento ti sono apparsi normali e comuni .

Ero sola a casa. L’abitazione, con le persiane abbassate, imbevuta di silenzio, era immersa in un’atmosfera di solenne serenità. Galleggiava, come un’isola galattica, nella pace assoluta, interrotta solo dallo scricchiolio di qualche mobile, come se gli spiritelli della casa si lamentassero, con lievi sussulti, della loro forzata segregazione. Di notte mi piaceva ciondolare per le stanze, quando essa riposava; i mobili e gli oggetti perdevano le loro forme, liquefatte nel buio. Potevo nascondere il cuore in tumulto nell’intimità di quelle quattro mura.”

La protagonista del romanzo è Laura, una donna ferita, innamorata forse più di un sogno che del suo fidanzato; è una donna che per paura o per abitudine rimane troppo tempo legata ad un uomo che non merita, un uomo che sa solo farla soffrire ed il suo sogno di avere una vita normale, di farsi una famiglia le si ritorce contro perché lo vede realizzato, ma lei non ne fa parte. 

La sua voglia di riscatto, di rivincita, di rifarsi una vita e di uscire da una relazione che ormai l’ha completamente annientata, la porta a dire basta, a reagire ad affrontare la dura realtà a testa alta ed ecco allora che sua madre le consiglia un viaggio a New York, per evadere dalla realtà, per staccare la spina e forse il suo sogno si tramuterà in realtà.

E’ un libro che si legge tutto d’un fiato e se devo essere sincera un difetto lo devo proprio dire: è veramente troppo corto! Non si ha il tempo di affezionarsi ai personaggi che il libro è già finito e il desiderio che la storia continui è grande.

Laura è un bel personaggio, è una donna vera, con i suoi pregi e i suo difetti, una donna che sa amare incondizionatamente anche se può costarle dolore e sacrificio, rimaniamo coinvolti dalla sua storia, alla sua fede incondizionata ai valori fondamentali della vita: l’amore, la famiglia, il rispetto di se stessi e degli altri, il saper perdonare ed accettare ogni cosa che ti offre la vita come un grande insegnamento per migliorarsi e per fare in modo che il domani sia sempre un giorno migliore.

Nessun commento:

Posta un commento