giovedì 10 maggio 2012

Recensione: Dark Shadows – La maledizione di Angelique di Lara Parker

Titolo: Dark Shadows - La Maledizione di Angelique

Titolo originale: Dark Shadows - Angeliques's Descent

Autore: Lara Parker

Editore: TRE60

Pagine: 448

Isbn: 9788867020232

Prezzo: €9,90

Data di pubblicazione: 3 Maggio 2012

Trama

Isola della Martinica, XVIII secolo. Uno sguardo, e il destino di Barnabas Collins è segnato. Per sempre. Il giovane ufficiale, infatti, s’innamora all’istante di Angelique Bouchard, una ragazza sensuale ed enigmatica dagli occhi profondi come il mare. E anche lei ben presto si lascia ammaliare da quel raffinato rampollo di una ricca famiglia del Maine. Così, quando poche settimane dopo il loro incontro lui le propone di sposarlo, lei accetta con entusiasmo. Prima di coronare il suo sogno d’amore, però, Angelique deve attendere un anno, il tempo necessario a Barnabas per intraprendere un lungo viaggio verso casa e ottenere la benedizione del padre. Ed è quindi soltanto al suo ritorno che Angelique fa una scoperta devastante: Barnabas ha smesso di amarla e ha già chiesto la mano di un’altra donna. Umiliata per l’affronto subito e accecata dalla gelosia, la ragazza gli giura allora una terribile vendetta: perché lei è un’adepta dello Spirito Oscuro, una strega esperta nell’arte della magia nera e in grado di condannare un uomo per l’eternità, trasformandolo in un vampiro…

La mia recensione

Lara Parker affronta la storia di Angelique e di Barnabas partendo dal presente: Barnabas è libero, non è più un vampiro, non si è ancora abituato alla sua nuova condizione di umano  perché per troppo tempo è stato prigioniero di desideri abominevoli. Ora una nuova vita lo attende, con Julia ed il gesto per sugellare questa rinascita sarebbe stata la distruzione della Casa Antica, dove tutto ebbe inizio, programmata per il giorno seguente.

Quella notte Barnabas viene misteriosamente attratto verso la casa, vede un’ombra laggiù nel bosco, una figura umana…chi potrà mai essere a quell’ora di notte! Decide così di uscire avvicinandosi alla casa anche se aveva promesso a Julia che non avrebbe mai più messo piede li dentro … un’ultima volta … cosa mai sarebbe successo! Camminando nel bosco rabbrividì quando si ritrovò a pensare ancora a lei, ad Angelique e gli si gela il sangue, quando una volta nella casa, la vide lì, distesa sul letto con le braccia tese verso lui.

Corse via da quella visione ed in preda al terrore prende un fiammifero e da fuoco all’orlo di una tenda ed in un attimo il fuoco si mangia tutto.

Tutto proprio no! Da quel terribile incendio si salva il vecchio diario di quando Angelique era ancora una bambina. La storia ha così realmente inizio.

Siamo nel XVIII secolo nell’ Isola della Martinica; l’autrice ci descrive un mondo terribile e violento, quello degli schiavi, del lavoro che spezza la schiena, l’umiliazione delle catene, un mondo in cui gli uomini con la pelle scura non possono essere liberi, ma sono considerati semplici oggetti da sfruttare fino alla morte e poi gettare via.

E’ un mondo orribile quello in cui è costretta a vivere con la  forza Angelique, lei non lo sa ancora, ma verrà trasformata in una vera e propria Dea e dovrà assistere a cose che la segneranno per sempre.

Angelique impara così la magia, diventerà un’adepta dello Spirito Oscuro e quando Barnabas, l’unico ragazzo che abbia mai amato, la umilierà sposando un’altra ragazza, lo condannerà per l’eternità ed utilizzando la magia nera lo trasformerà in un vampiro.

Lara Parker oltre ad essere diventata famosa per aver interpretato il personaggio di Angelique nella serie televisiva originale,  scrisse ben tre libri ispirati proprio alla serie: Dark Shadows: Angelique's Descent del 1998,  Dark Shadows: The Salem Branch del 2006 ed infine nel 2012 Dark Shadows: Wolf Moon Rising.

Dark Shadows (Ombre oscure) è stata una soap opera americana uscita addirittura nel 1966, la serie divenne molto popolare quando, dopo un anno dal suo inizio, apparve il vampiro fino ad inserire una serie incredibile di elementi soprannaturali tra i quali: lupi mannari, zombie, mostri artificiali, streghe, stregoni, viaggi nel tempo e universi paralleli.

In generale posso ancora aggiungere che la scrittura è scorrevole e la trama è decisamente avvincente grazie all’inserimento di diversi elementi come passione e tradimento, gelosia, riti magici, ma se devo essere sincera anche elementi crudeli alle volte macabri che mi hanno un po’ impressionato e quindi mi sento di consigliare questo libro solo a lettori adulti.

4 commenti:

  1. L'ho appena terminata di scrivere! Sto crollando dal sonno xD Sono d'accordo con te, complessivamente! Nel bene e nel male, nel mio caso, si è rivelato una piacevole sorpresa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ho letto la tua di recensione, devo dire veramente molto bella!

      Elimina
  2. Complimenti per la recensione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro è bello...chissà come sarà il film!?!

      Elimina