martedì 10 dicembre 2013

Christmas Time: Giveaway for you!



Cari lettori,
ultimamente mi sento un po’ Babbo Natale, ma cosa ci volete fare, adoro fare i regali alle persone care e tutti voi, che continuate a seguirmi con così tanto affetto, meritate più di un regalo …….. e così ecco per voi pronto un nuovo Giveaway dal sapore natalizio!

Questa volta avrete meno tempo per partecipare perché voglio farvi arrivare il libro giusto in tempo per le feste…quindi affrettatevi!

Allora iniziamo con la presentazione:

Sopravvivere a un’invasione aliena è un conto, sopravvivere all’umanità è ben altra cosa

  
Titolo: POD
Autore: Stephen Wallenfells
Editore: Piemme Freeway
Pagine: 294
Prezzo: 14 euro 

La trama

 
Dal cielo giunge l’attacco di una misteriosa forza extraterrestre: minacciose, gigantesche sfere nere incombono scagliando lampi di luce capaci di incenerire all’istante qualunque forma di vita. La dodicenne Megs, intrappolata in un parcheggio sotterraneo a Los Angeles, vorrebbe disperatamente raggiungere sua madre; Josh, 16 anni, è bloccato nella sua casa alla periferia di Washington assieme al padre, un uomo affetto da disturbi ossessivo-compulsivi. Cibo, acqua, capacità di sopportazione e tempo stanno per esaurirsi: Megs riabbraccerà la madre? Josh sopravviverà all’angosciante rapporto con il padre? Mentre l’umanità impazzita vive il suo momento più drammatico, riusciranno i due ragazzi a vincere la sfida con il male fuori e attorno a loro?
Io le chiamo POD, sta per Perle di Orrore e Distruzione. Perle perché mi ricordano un paio di orecchini che ho comprato per mia madre, a Natale dell'anno scorso. Da ognuno pendeva un'unica perla, rotonda, liscia e nera come l'inchiostro. Non era molto grande, ma se la guardavi nel modo giusto, pareva brillare di una misteriosa luce. Anche le POD, se le osservi abbastanza a lungo con un binocolo, sembrano avere qualcosa che si accende al loro interno. Io ci vedo delle forme indistinte. Mio padre dice che si vede solo del metallo spaziale. Quanto alla parte della distruzione¿ mi basta chiudere gli occhi. Vedo il viso di Jamie - la ragazza dei giornali - i suoi occhi sbarrati, la bocca congelata in un grido silenzioso. Era lì, e un attimo dopo non c'era più. Come se fosse stata cancellata. Abbiamo contato le POD, oggi dopo colazione. Io ne ho trovate centoventotto. Mio padre centoventidue. Lui porta gli occhiali e io no, quindi un margine di errore è ammissibile. Ci accordiamo per una media. In un taccuino scrive: 15 maggio/8:55 - 125 POD. Scuoto la testa. Siamo seduti al tavolo della colazione mentre quegli affari ruotano silenziosi fuori dalla finestra. Dutch è in casa che sonnecchia accanto alla porta del patio. "Per quanto tempo faremo questa conta?" chiedo. "Ogni giorno." "E lo scopo dell'esercizio sarebbe?" "Seguire i cambiamenti." "Per quale motivo?" "Per capirci qualcosa, magari." "Tipo?" Mio padre sta disegnando un asse X e un asse Y, e li contrassegna con Giorni e POD. Scrive 125 in fondo all'asse verticale. "Tipo?" torno a chiedere. "La loro prossima mossa."

L’autore

 
Stephen Wallenfells vive nello stato di Washington e lavora come scrittore freelance: con POD, il suo primo romanzo, ha raccolto recensioni entusiastiche e attualmente sta lavorando al seguito. 


 
Ecco le regole per poter provare a ricevere il libro:
  • essere follower del blog 
  • lasciate un commento e ditemi perché vorreste leggere questo libro e raccontatemi qual è la vostra più terrificante paura!
Se volete potete anche:
  • cliccare “Mi piace” sulla pagina Facebook 

 

IMPORTANTE

Vi ricordo che, come sempre, non ci sarà nessun sorteggio, ma sarò io, a scegliere chi riceverà a casa il libro in base ai vostri commenti.

Possono partecipare tutte le persone residenti in Italia.

Ricoradatevi di lasciare il vostro indirizzo mail nei commenti, in modo che posso eventualmente contattarvi.
Avete tempo fino alla mezzanotte di martedì 17 dicembre 2013.

Potete pubblicizzare questa iniziativa sui vostri siti/blog o sui social network utilizzando il banner che trovate qui sotto.



25 commenti:

  1. Ritento e speriamo che la fortuna sia dalla mia parte u.u
    Allora, la mia più grande paura? Ne ho davvero tante, dalla più stupida alla più importante. Per prima cosa ho paura dei clown e dei palloncini. Sono capace di nascondermi quando la gente li scoppia e anche vedere una foto di un qualsiasi pagliaccio mi mette l'ansia. Rischio di sognarlo anche di notte, credo che questa fobia sia opera del film It. Bello, ma terrificante per un bambino O.o L'altra paura folle è di perdere i miei animali pelosi. Lo so, non sono eterni ma solo Dio sa quanto ho sofferto e quanto ancora soffrirò. Non ci posso fare nulla e non riesco a stare senza. Sono una parte indispensabile della mia vita e credo che avere un animale sia un grandissimo atto di coraggio. Perchè vuoi amare ed essere amato incondizionalmente, ma saprai quanto la loro perdita ti potrà lacerare il cuore.
    La mia email è lucreziascali@gmail.com

    RispondiElimina
  2. Partecipo, La paura + grande è di essere ammazzata da animali pericolosi...
    e quando ero + piccola anche di cadere.
    Gfc Enrika Coppa
    Email enrika381@gmail.com

    RispondiElimina
  3. Eccomi!
    Sono una nuova follower, ho messo mi piace alla pagina, ti seguo su twitter ed ho inserito il banner nel blog ^-^
    Ho letto tantissime recensioni su questo libro e la trama mi affascina tantissimo!
    La mia più grande paura? Difficile scegliere. Di questi tempi soffro tantissimo di ansia e attacchi di panico, quindi mi spaventa praticamente qualsiasi cosa.
    Quella che però porto con me sin da piccola è la paura degli insetti e degli aracnidi. Gli insetti mi spaventano ma i ragni mi terrorizzano a morte, che sia un ragno gigante o un ragnetto minuscolo, io scappo a gambe levate.
    Spesso è imbarazzante perché mi ritrovo ad urlare alla sola vista di un ragnetto, e tutta la mia famiglia - il mio ragazzo compreso - mi prende in giro.
    Ma che posso farci? La mia è una vera e propria fobia! D:

    il mio indirizzo email è imlittleredbird@gmail.com
    In bocca al lupo a tutti! ^^

    RispondiElimina
  4. Eccomi!
    Ho messo mi piace alla pagina e sia da fb *___*
    Faccio parte del blog cn il nome di sofia zorro..Ritento e speriamo che la fortuna sia dalla mia parte u.u
    La mia più grande paura?I cani di qualsiasi razza e dimensione ne soffro sin da bambina lo so è una paura un pò stupida ma nn ci posso fare nulla,spesso mi nascondo dietro gli amici o familiari qnd usciamo fuori e vedo un cane,anek se lui sta buono e fermo incomincio a sudare a diventare isterica e qst mi porta a nascondermi dietro gli altri.Un'altra grande paura sn le colombe,un pomeriggio qnd stavo entrando nella mia stanza h visto ke dirava in tutta la stanza così mi sn messa a urlare fortissimo x la paura quella immaggine mi rimane sempre impressa qnd ci ripenso anke ora. Ho sentito parlare spesso di qst libro in modo molto positivo e sia la copertina ke la trama mi ispirano parekkio! La mia email:chibiangel@live.it-La mai condivisione su fb:https://www.facebook.com/irene.sfil

    RispondiElimina
  5. ciaooo! sono tua follower come Jess, avevo già messo mi piace sulla tua pagina facebook l'altra volta e ho condiviso du google+ ;)
    vediamo... questo libro mi incuriosisce, forse perché ho già visto tanti commenti positivi in giro e vorrei capire cos'ha di speciale. La trama è interessante, ma assomiglia forse a molte altre trame che parlano di sopravvissuti, della fine del mondo... un po' mi ha ricordato Multiversum, anche se penso che sia parecchio diverso. Quello che mi colpisce di più è sicuramente la storia che penso si verrà a creare tra i due ragazzi, in una situazione magari un po' estrema, ma affascinante. Insomma, sono curiosa di leggerlo ;)
    La mia paura... sicuramente il buio, anche se molti mi prendono in giro per questo. Son stata abituata a stare con la lucina di notte praticamente da sempre e così adesso se devo addormentarmi senza neanche un minimo di luce non ci riesco. Ma il peggio è quando sono sola in casa e devo raggiungere una stanza al buio: che paura! Spero che prima o poi mi passi ;)
    La mia mail è: jessica.maccario@gmail.com ma dovresti già averla :)

    RispondiElimina
  6. Intrigante... Non vedo parola più adatta per descrivere quanto anticipato della trama e sarebbe davvero bello scoprire il resto. Sicuramente un libro diverso e nuovo, almeno per me, che non ho mai letto nulla del genere.
    La mia paura più grande? Gli scarafaggi, dai quali Tigro e Leo non si sognano nemmeno di difendermi... scappano, i due gatti pusillanimi!
    Seguo il blog da tempo, ora anche su Twitter ;-), e ho condiviso sul mio profilo e sulla mia pagina FB.
    Grazie!

    RispondiElimina
  7. Quando ho visto POD non ho capito più niente e ho deciso di partecipare perchè è un libro che mi ispira tantissimo! Sarà che io con gli apocalittici ho un rapporto di predilezione, anche se a volte rimango fregata perchè non tutti sono belli allo stesso modo ^^
    Per quanto riguarda le mie paure... per restare in tema, direi che una è proprio quella di svegliarmi un giorno e di ritrovarmi nel bel mezzo di un'apocalisse, soprattutto se si tratta di zombie, tanto che quando leggo un libro sull'argomento finisco sempre per sognarmeli! Ma la mia paura più grande in realtà è un'altra... ma te la dico solo se prometti di non ridere: ho paura del buio! Quando ero bambina a metà della notte chiamavo mia mamma, col timore che qualche mostro saltasse fuori dalle ombre e mi portasse via, così volevo salutare la mia mammina un'ultima volta. L'ho fatto per parecchio tempo, almeno finchè mia madre non mi ha vietato tutti i film horror che circolavano in tv!!! Però la paura del buio non mi è mai passata, è qualcosa che so essere insensato, ma se mi ritrovo nel buio più completo vado letteralmente nel panico smettendo di ragionare, infatti dormo a tutt'oggi con una lucina accesa! Forse dovrei farmi vedere da uno bravo, ma alla fine la paura del buio non è una delle più antiche?
    E ora incrocio le dita ^^
    A presto.
    Lo

    RispondiElimina
  8. Ciao, partecipo. Ti seguivo già più o meno ovunque XD
    La mia più grande paura? Gli oggetti appuntiti, in primis gli aghi. Tutto ciò che può provocare la fuoriuscita di sangue, mi fa terribilmente paura. Questa mia terribile fobia non mi ostacola tuttavia nell'essere un'accanita appassionata di libri e film horror( splatter compresi).
    Mi piacerebbe tantissimo ricevere questo bel dono da mettere sotto l'albero. Incrocio le dita. Un bacino <3
    gf giuliana leone
    fb/twittere giuliana leone
    email giuliana_leone@hotmail.it

    RispondiElimina
  9. ho la fobia dei topi :S e ho paura di prendere l'aereo ma prima o poi l ofarò :)
    marialice pompilii su fb
    rosaspina86@gmail.com

    RispondiElimina
  10. fraghi88 follower
    su twitter https://www.twitter.com/fraghi88
    fb https://www.facebook.com/fraghi88
    su g+ francesca ghiribelli
    https://plus.google.com/u/0/113267964871389608540/posts
    condiviso su tutto
    fraghi88@alice.it
    BANNER sul mio blog http://francescaghiribelli.blogspot.it/

    la mia più grande paura è quella di perdere le persone che amo, la mia vita non sarebbe più la stessa! se si parla invece di paure superficiali sono gli insetti e il buio!

    RispondiElimina
  11. allora, tra le tante e diverse paure che ho, te ne dico due, entrambe risalenti all'infanzia, di cui perdura ancora oggi: la prima era che i topi si intrufolassero nella mia cameretta, nel mio letto... e rosicchiassero le mie orecchie, tant'è che da piccola, nell'andare a letto avevo cura di mettermi i capelli (infatti, i capelli troppo corti li detestavo) davanti alle mie orecchie (illudendomi che i topi non le attaccassero se avessero visto le mie difese fatte di peli!!! ahahah )

    l'altra paura - di cui non so se mi libererò - ha un che di horror: il terrore di essere messa nella bara perchè tutti son convinti che io sia morta.. e invece sono vivaaaaa :(((((((

    mail: angyarmy@hotmail.it

    http://chicchidipensieri.blogspot.it/ banner

    ti seguo su FB come Angela Iacoviello e e su twitter come Stellangy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. correggo: "di cui la seconda perdura ancora oggi"

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. asi dimenticato ho messo mi piace su facebook con quemia mamma xke io nn ce l'ho e si chiama antonella iuffrida

    RispondiElimina
  15. Di grandi paure ne ho a iosa
    ma svegliarmi in una tomba
    è ciò che mi fa paura più di ogni cosa.
    Morire non è poi così male
    ma risuscitare seppelliti questo sì che è da evitare!
    Esser viva in una bara è davvero angosciante
    e se ci penso di notte
    mi sveglio di sudore tutta grondante.
    Questo romanzo tanto vorrei gustare
    perchè il titolo è interessante
    e la trama con la lettura è tutta da sviluppare!
    GFC/FB: Chicca Tamburrino
    e-mail: pleadi@inwind.it
    twitter: @poiu801

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  17. Ritento anche questa volta e spero davvero di vincere :)
    La trama di questo libro e davvero interessante e come sempre ti ringrazio per la preziosa opportunità che ci stai offrendo...grazieeeeeeeeeeeee *__________*
    Perchè vorrei leggere questo libro? perchè ne avevo già letto un piccolo estratto e ne ero rimasta affascinata... l'avevo già inserito nella mia wishlist. In primis c'è da dire che io adoro i libri di fantascienza e i dispotici. POD è un libro che si distingue per l'unicità e autenticità dei contenuti trattati.
    Mi è sembrato di capire che questo libro è suddiviso in giorni, un po' come se fosse un diario di sopravvivenza, e che ogni giorno si divide tra il racconto di Josh e il racconto di Megs: questa è un'altra cosa che mi ha colpita...adoro poter leggere le storie dal punto di vista dei vari protagonisti. credo che ciò renda la narrazione più intensa e interessante.
    Altra cosa che mi è sembrato di capire dalle varie recensioni lette è che il libro si focalizza molto sulle condizioni in cui i due giovani si trovano e si sofferma sulla loro lotta per la sopravvivenza: dove nascondersi, come trovare l'acqua, come razionare il cibo, come non impazzire e, soprattutto, come salvare le ultime cose importanti rimaste: che siano persone o animali. Questo non può che incuriosire il lettore e spingerlo ad andare avanti nella lettura per capire come e in che modo si salveranno i due personaggi.
    Lo stile che usa l'autore mi è sembrato essere molto minimalista: frasi molto corte, pochi aggettivi, descrizioni quasi nulle. Si concentra molto su un ritmo veloce e su ampie scene di movimento e azione ed è proprio di questo che a me piace leggere!
    la mia paura più grande? difficile a dirsi....io ho praticamente paura di ogni cosa, persino della mia ombra. Non sono mai stata tanto coraggiosa....
    Una paura che sono riuscita in parte a superare è quella di affogare... ricordo che da piccola io e la mia famiglia eravamo andati in piscina.... era una di quelle piscine che diventan man mano più profonde...più ci si allontana dal bordo più l'acqua era profonda....mio padre mi aveva severamente vietato di spingermi oltre ma la mia curiosità era troppo forte...volevo dimostrare di saper nuotare anche quando l'acqua era alta...così non appena mio padre fu distratto da mio fratello, mi spinsi molto oltre il bordo.... ricordo di aver urlato il nome di mio padre e poi nulla....il vuoto
    quando mi svegliai, dopo aver perso i sensi vidi i miei genitori preoccupatissimi, il bagnino e i medici che cercavano di aiutarmi. Così dopo quell'episodio decisi di iscrivermi in piscina ed ora dopo aver praticato nuoto per ben quindici anni e aver fatto ogni tipo di gara sono un pò più tranquilla ma nonostante tutto, quando al mare mi allontano di molto dalla riva un senso di ansia profondo mi assale. Sembra stupido, lo so, so nuotare benissimo oramai ed in piscina non ho alcun tipo di problema, ma non riesco a spiegarmi quel senso di vuoto che mi prende allo stomaco, quel tremore alle gambe, quella paura della profondità e dell'infinito che solo il mare può farti provare...
    Ma le mie paure non finiscono qui...c'è un insetto che mi terrorizza in un modo incredibile: l'ape! Ho una paura matta. Non riesco a spiegarmi il perchè. Lo so, può sembrare stupido...non son nemmeno mai stata punta ma il sol ronzio mi manda in tilt. Non riesco a ragionare, a pensare in modo nitido.
    le mie condivisioni:
    facebook
    https://www.facebook.com/petmaddox.book/posts/1400053280239303
    twitter
    https://twitter.com/marypet25/status/411870380014321664
    mail: patafix22@hotmail.it
    sul blog ti seguo come Maria Petrillo
    su fb ti seguo con il nome di PetPigeon Maddox
    su twitter ti seguo come marypet25

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. Ciao!:D
    E' da un po' che ti seguo e con questo giveaway ho deciso di farmi sentire per la prima volta:3
    Allora...aspetta che riorganizzo le idee!:) Ok, ci sono!
    Il libro vorrei leggerlo perchè mi piacciono le storie sull'apocalisse ma soprattutto mi piace vedere come le persone reagiscono di fronte a queste situazioni estreme:) ahah sono un po' strana però, boh mi appassiona veramente molto:D e trovo che questo libro sia veramente interessante sotto questo punto di vista..ah poi sono anche un'inguaribile romantica quindi non vedrei l'ora di leggere qualcosa su un qualche possibile sviluppo romantico tra i due protagonisti...ahah speriamo succeda;D

    La mia paura più grande, invece, è non sapere come io mi comporterei in una determinata situazione, cioè, adesso provo a spiegarmi meglio:) Allora, se per esempio entrasse una persona armata in casa mia..ora che non è successo nulla mi viene da pensare 'mi nascondo' ma in realtà io non so se, nel momento in cui mi succede, rimarrò immobile oppure mi nasconderò o altro. E questo mi fa paura. Possiamo dire che mi fa veramente paura non conoscere bene me stessa. Mi fa anche paura non conoscere il futuro, del tipo che potrebbe finire il mondo domani e nessuno lo saprebbe e questo non mi tranquillizza per niente perchè boh, preferisco avere la situazione sotto controllo:')

    Ok, rileggendo quello che ho scritto mi sembra di essermi fatta condizionare troppo dai libri che leggo ma...sì, mi va bene così, perchè quei libri mi fanno sognare ed essere per qualche ora in un mondo non per forza migliore ma comunque diverso e secondo me il diverso è interessante e stimolante. Ti fa riflettere e vedere i diversi punti di vista e, soprattutto, è bello.

    Email: uccioali@gmail.com

    RispondiElimina
  20. Ciao! ^^
    Ho adorato questo libro fin dalla prima volta che ho letto il titolo e la trama, quando ancora non era uscito nelle librerie. Mi piacerebbe molto trovarlo sotto l'albero! ^^
    Per quanto riguarda la domanda che hai posto, è difficile dare una risposta unica perché sono tante le paure che mi attanagliano. Se devo proprio scegliere quella che mi terrorizza di più, è la solitudine. Sono arrivata a questa conclusione passando al vaglio tutto ciò che mi spaventa e scoprendo che ogni cosa è legata a quella grande paura.

    e-mail: innamoratadeilibri@live.it

    Ho inserito il banner nel blog http://innamoratadeilibri.blogspot.it/ e ho creato un post http://innamoratadeilibri.blogspot.it/2013/12/giveaway-il-giardino-delle-rose.html

    Ho condiviso anche sulla pagina facebook del blog https://www.facebook.com/InnamorataDeiLibri?ref=tn_tnmn

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Questo libro sembra davvero interessante! Di sicuro il genere è tra i miei preferiti e ne sto sentendo parlare solo bene :) Senza tirare in ballo paure troppo intime e personali, ci sono due cose che mi spaventano davvero. Una è l'altezza. Non so sa dove derivi questa mia paura, ma ora è più acuta che in passato. A volte faccio fatica a salire perfino pochi scalini di una scaletta, o a mettermi in piedi su una sedia. Probabilmente a contribuire c'è il fatto che non mi fido particolarmente del mio equilibrio. L'altra mia paura riguarda il ramo insetti e co. A differenza di molte donne, non temo particolarmente gli insetti in generale, ragni o scarafaggi non mi danno problemi, e neanche rettili o anfibi, nemmeno i topi. L'unico animale che davvero mi terrorizza sono le cavalette. Appena ne vedo una scappo via. Roba che potrei tranquillamente vincere qualche gara agonistica lol Questa paura deriva da un 'trauma', se così vogliamo chiamarlo, della mia infanzia. I ragazzini si divertivano sempre a tirare addosso a noi femmine insetti e schifezze varie, soprattutto cimici e ragni, ma una volta hanno ben pensato di farlo con una cavalletta che è finita proprio addosso a me e si è infilata sotto al collo dei mio maglione. Ho dovuto togliermela a mani nude. Brrr rabbrividisco ancora. Da quel giorno non riesco a vederne una nemmeno in foto.So che non fanno nulla, ma è una paura folle che non riesco a controllare.Brrr.

    Lascio la mia mail: antidotoblog@libero.it

    RispondiElimina
  23. ciaooo io partecipo allora la mia e-mail e nicolinomarinaro@libero.it allora xke vorrei questo libro ?? xke lo trovo interessante gia quado dice :" sfere nere incombono scagliando lampi di luce capaci di incenerire all’istante qualunque forma di vita " ti vengono dei brividi vuoi capire all'istante di quali esseri mostruosi si tratta e di come la protagonista riuscira a sfuggire ad essii :) oppure quando dice : "Io le chiamo POD, sta per Perle di Orrore e Distruzione." oddio ogni volta ke lo leggo mi
    vengo i brividi e devo dire ke POD mi sa ke e un termine giusto nn solo x il libro ma anche xke alla fine anche nella nostra vita esistono POD ke sicuramente nn saranno essere mostruosi provenienti da mondi sconosciuti ma sono unomini ke si divertono a fare del male alle persone be questo e il motivo x ciu vorrei vincere il libro, xke mi piacera anche xke e un genere nuovo x me la mia paura piu grande nn sono certamente ragni o sepenti o altre cose del genere la mia paura piu grande e l'uomo, quell'uomo ke potrebbe ucciderti senza pieta ke potrebbe metterti paura quell'uomo ke anche con uno sguardo puo davvero mandarti in un altro mondoo:):)
    PS grazie x l'opportunita

    RispondiElimina