lunedì 29 ottobre 2012

Intervista ad Alessandra Spisni

Titolo: Le ricette della maestra di cucina

Autore: Alessandra Spinsi

Edizione: Dalai editore

Pagine: 400

Prezzo: 15,90

In libreria da ottobre 2012

Dalle taglioline al burro e brandy, ai salatini di pasta sfoglia, dalla torta salata con rucola selvatica e robiola, alla sua speciale pizza al taglio, Alessandra Spisni ha raccolto 150 nuove ricette facili e squisite, dedicate a chi non passa la giornata in cucina ma a tavola ama il cibo buono e sano.

Carissimi, con grande piacere oggi do il benvenuto nel mio Giardino delle rose ad Alessandra Spisni che molto simpaticamente ha accettato di essere intervistata da me. Quindi mettetevi comodi e “gustiamoci” questa chiaccherata con un’importante e famosa cuoca, che molti di voi riconosceranno sicuramente grazie alla sua partecipazione al programma La prova del cuoco in onda su Rai Uno, titolare de La Vecchia Scuola bolognese, l’unica scuola esistente di sfoglia e pasta fresca.

Sono contenta che abbia accettato il mio invito e per prima cosa le chiederei di presentarsi ai miei lettori e raccontarci da dove nasce la sua passione per la cucina?

Non è il termine corretto, io non cucino per passione ma per il piacere di mangiare bene e lo faccio per me come per gli altri, devo dire con molta gioia e soddisfazione.

Com’è nata l’idea di fondare una scuola di cucina dedicata alla sfoglia ed alla pasta fresca?

Dall'esigenza di recuperare una Tradizione importante sia sotto l'aspetto culturale che economico.

Nel suo secondo libro troviamo ben 150 ricette suddivise in capitoli tematici, ma sfogliandole sembra tutto così facile, riesce a spiegarci le cose in modo semplice e con le sue parole riesce a farci venir voglia di provarne una subito, ma a lei è mai capitato di sbagliare una ricetta?

Una?? 100...1000  Chi non fa niente non si sbaglia mai!!!  Io lavoro molto e di conseguenza....

L'insuccesso non mi brucia, anzi per me è uno stimolo a crescere.

Come fa a conciliare la vita lavorativa, quella affettiva e “notturna”? So del suo amore per i balli da sala come il valzer e le mazurche!

E' molto semplice, la mia nonna ci ha educato secondo il suo principio, prima il dovere e poi il piacere.

Così finisco di lavorare (la mia cucina apre alle h 7 della mattina con i miei cuochi/allievi)
e poi via al ballo!!!

Quali sono i suoi progetti futuri?

Quello di sempre: VIVERE!!! bene con gli occhi e le orecchie ben aperti per non perdere le opportunità che la vita, per consuetudine, mi regala. Vedremo!

“Il giardino delle rose” è un blog in cui si parla esclusivamente di libri ed ogni mia intervista si conclude sempre per tutti con la stessa domanda, ma prima vorrei ringraziarla per la sua cortesia, simpatia e per tutti gli ottimi consigli che ci da in cucina!

Se dovesse salvare soltanto tre libri in tutto il mondo, quali sceglierebbe?

Grazie a te per l'intervista e buone cose.

Salverei PINOCCHIO e poi fra tanti non posso proprio  sceglierne solo due.

1 commento:

  1. Che donna adorabile ! Voglio provare una delle sue ricette ! ^^

    RispondiElimina